buzzoole code Aurora Boreale - Luci e colori della mia vita: gennaio 2014

venerdì 31 gennaio 2014

Lampada di sale dell'Himalaya

Tanti anni fa vidi per la prima volta in alcuni negozi etnici della mia zona questa tipologia di lampade che mi aveva affascinato tantissimo. Mi piacevano tanto sia per la forma che per la particolare caratteristica di non essere una uguale all'altra. Sto parlando delle lampade di sale dell'Himalaya che sono delle lampade realizzate appunto con del sale rosa (molto spesso proveniente proprio dall'Himalaya, ricchissimo di minerali) e con delle basi in legno.
Si suddividono per età e per peso e sono molto interessanti per svariati motivi. Oltre ad essere molto carine esteticamente, hanno anche delle proprietà particolari: quando viene messa in funzione, la lampada sprigiona ioni negativi che servono per mantenere l'aria della nostra stanza salubre. Infatti queste tipologie di lampade sono indicate soprattutto per ambienti come uffici, studi oppure stanze in cui ci sono apparecchi elettrici proprio perché aiutano a ridurre le onde elettromagnetiche presenti all'interno di quella stanza che vengono sprigionate da tali apparecchi e purificano l'aria. Possono essere utilizzate anche in stanze in cui ci si vuole rilassare oppure in stanze per i massaggi perché la loro luce calda e aranciata favorisce tantissimo il rilassamento. Sono particolarmente indicate anche per dare sollievo a allergie di vario tipo, sinusiti oppure ad asma.

Dopo essere venuta a conoscenza delle caratteristiche benefiche di questa lampada ho deciso di acquistarla per posizionarla nella mia stanza.

Ho approfittato di un'offerta di LIDL, che è ancora valida, e ho acquistato la variante elettrica (quindi compresa di cavo elettrico con interruttore e lampadina) a soli 9,99 €. Sul volantino sono presenti anche la variante portalumini (quindi per candele) e la variante diffusore di profumo per ambiente (con aroma all'arancia).

E' alta circa 20 cm, compresa di base in legno e il colore del sale va da un rosa pesca a un bianco. Di seguito potrete visionare una foto della lampada accesa.



Di seguito vi lascio anche altre foto del foglietto di istruzioni e della scatola.




Spero che questa review vi sia piaciuta.
Buona giornata e alla prossima recensione!
A tutta review!

domenica 26 gennaio 2014

Recensione film: Il capitale umano (2014)

Il Capitale Umano (9 Gennaio 2014) - durata 109 minuti


Il Capitale Umano è un film diretto da Paolo Virzì liberamente ispirato al romanzo omonimo di Stephen Amidon e ambientato in Brianza.

Attori:
Fabrizio Bentivoglio
Fabrizio Gifuni
Valeria Golino
Valeria Bruni Tedeschi

La storia inizia con la scena in cui un cameriere che ha appena finito di lavorare, si mette in bici per tornare a casa. Durante il tragitto verso casa viene investito da un'auto. Questo incidente sarà il punto da cui si svilupperà la storia che riguarderà le due famiglie di cui si parla all'interno del film: la famiglia Bernaschi e la famiglia Ossola. 

A questo punto la storia si svolge in maniera molto dinamica e avvincente e verrà suddivisa in 4 capitoli:
Capitolo I: Dino; Capitolo II Carla; Capitolo III Serena e Capitolo finale.

In ogni capitolo la storia verrà così raccontata dal punto di vista del personaggio di quel capitolo.
Infatti si può dire che non esista un vero e proprio protagonista ma tutti i personaggi sono i protagonisti nel capitolo a loro dedicato. 

Virzì è stato molto criticato per non aver dato un'immagine reale della comunità brianzola.


martedì 21 gennaio 2014

Ricetta: Ciobar fatto in casa con farina o amido di mais (maizena)

[image by http://365thingsaustin.com]


Ciao a tutti!
Questa non è una vera e propria review, ma è una ricetta che ho provato varie volte e che mi è piaciuta un sacco. Voglio condividerla con voi perché spero vi piaccia.
Sono un'appassionata di cioccolata calda e quindi ho pensato di darvi la mia versione di questa ricetta.

Ingredienti per 3/4 persone

3 cucchiai pieni di cacao amaro
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina (o amido di mais)
400 oppure 500 ml di latte (a seconda se vi piace più densa o meno densa)


Procedimento:

Versate in un pentolino 500 ml di latte e i  4 cucchiai di zucchero.
Passate al setaccio, poi,  i 2 cucchiai di farina (o amido di mais) e il cacao amaro e mescolate lentamente tutto insieme fino a che non si creerà un composto omogeneo.
Se il composto vi sembra troppo denso potete aggiungere un altro pò di latte. Mescolate a fuoco medio - basso fino a portare il composto in ebollizione. Fate bollire per circa 30 secondi sempre continuando a mescolare.

Servite in tazza decorando a piacere oppure potete aggiungere anche delle spezie (cannella, menta etc) o della frutta secca (mandorle, noci etc)

Et voilà!

La vostra cioccolata densa fatta in casa è servita!